Liberi professionisti allo s-BANDO, una nuova occasione!

Nuovo bando rilasciato dalle istituzioni toscane in sostegno a liberi professionisti da 18 anni in su, con una nuova delibera (la 483/2018) della giunta regionale sono stati stanziati 400.987,00 euro per chi vuole lavorare all’interno di un coworking.

Il contributo individuale che verrà assegnato tramite voucher ammonterà al massimo a 3 mila 500 euro, di cui 3 mila a copertura delle spese di affitto della postazione per un periodo da sei a dodici mesi e 500 euro per la copertura delle spese di viaggio, vitto e alloggio per favorire un’esperienza all’estero nell’ambito di un altro coworking, in altri Paesi dell’Unione Europea o in un’altra Regione italiana.

Come coworking presente nell’elenco regionale qualificato e georeferenziato all’interno dello specifico sito web, Smart Hub ha già aderito a questa tipologia di bandi all’interno del progetto GiovaniSì e come ogni edizione vi offriamo consulenza e un aiuto concreto nella compilazione delle domande per facilitare l’approvazione di tutti i progetti presentati.

Le principali novità consistono in un bando a sportello che prevede più scadenze annuali da qui al 2020 per candidarsi e l’accesso ai liberi professionisti in possesso della partita Iva da non più di dodici mesi, senza limite di età.

Nello specifico le scadenze annuali in cui presentare le domande sono:

  1. 2018, dal 1° al 31 luglio e dal 1° al 31 dicembre
  2. 2019, dal 1° al 30 aprile e dal 1° al 31 dicembre,
  3. 2020, dal 1° al 30 aprile e dal 1° al 31 dicembre.

ll bando si rivolge alle persone che lavorano o che vorrebbero lavorare all’interno dei coworking. Gli aspiranti coworker potranno fare richiesta di un voucher utile come rimborso delle spese per lavorare in uno spazio condiviso.

“La Regione, perseguendo l’obiettivo di crescita del suo territorio, sostiene e supporta l’auto imprenditorialità e il lavoro autonomo attraverso il coworking quale stile lavorativo innovativo e smart, che nella condivisione di un ambiente di lavoro stimola e favorisce un’attività di auto imprenditorialità”, afferma l’assessore a Lavoro, formazione ed istruzione, Cristina Grieco. Che spiega: “Con questo intervento ci proponiamo di aiutare concretamente la crescita dei diversi territori attraverso il supporto all’auto imprenditorialità e al lavoro autonomo”.
La Regione Toscana già da diversi anni, sostiene le realtà innovative locali, concentrando parte delle proprie risorse anche nella diffusione dei principi della sharing economy, come la forma di lavoro condiviso che rappresentano i coworking, capaci di diventare incubatori di interessanti progetti imprenditoriali.

Per avere qualche chiarimento preliminare, nell’attesa che il bando esca con la definizione di tutti i dettagli, sia successivamente per la compilazione della domanda, potete rivolgervi a Smart Hub e ricevere gratuitamente il nostro supporto.

Vi aspettiamo, per non lasciarvi allo s-bando e perché ogni giorno mettiamo in pratica un’unione che fa la forza… Be Smart!